Sito Ufficiale: http://www.qwankido.org/

QWAN KI DO - QUAN KHI DAO

...Un po' di storia...

Arrivato in Europa (Francia) nel 1968, il Maestro Pham Xuan Tong, ha largamente contribuito alla promozione delle arti marziali vietnamite in seno alle diverse federazioni, prima di dedicarsi alla codificazione del proprio metodo: il QWAN KI DO la cui sintesi è stata realizzata dopo 25 anni di pratica e di ricerca.

 

Dal 1968, cosciente che la necessità di denaro potesse turbare la propria progressione nella pratica assidua e sempre appassionata, decide di associarsi con altri Maestri e Esperti in altre Arti Marziali Vietnamite in Francia.

 

Per continuare a perfezionarsi, il Maestro Pham Xuan Tong, si ispira ai manoscritti e ai documenti personali che il suo Gran Maestro Chau Quan Ky gli ha lasciato prima di decedere.

 

E' nel 1981 che si parla per la prima volta di QWAN KI DO; è allora che ha potuto affermare che quest'arte marziale ha beneficiato di una terza influenza: la cultura francese.

 

In effetti nell'epoca della sua elaborazione, vi sono state integrate le scoperte recenti nell'attività fisica , della fisiologia dello sforzo e della pedagogia.

 

Dalla data della creazione del suo metodo il Maestro Pham Xuan Tong non ha mai interrotto la sua formazione personale. Avendo potuto riprendere i contatti con il Viet Nam e con i suoi condiscepolirifugiati all'estero, ha sempre saputo beneficiare  di queste opportunitàper progredire nella vita dell'arte marziale seguendo gli insegnamenti del venerabile Maestro Chau Quan Ky e il suo bisnonno, Pham Van Mieng.

Il Maestro PHAM Xuan Tong

La grande padronanza delle Arti Marziali Vietnamite fa del Maestro Pham Xuan Tong un esperto conosciuto in tutto il mondo.

 

Le sue qualità tecniche, umane e pedagogiche, gli hanno valso il riconoscimento delle autorità che gli hanno conferito diverse onorificenze:

 

  • Membro dell'accademia delle scienze di Roma, 1981 (Italia) 
  • Medaglia d'argento dell'ordine della Stella Civica Nazionale, 1985 (Francia)
  • Eletto personalità delle Arti Marziali dell'anno 1983 (Italia)
  • La World Union Qwan Ki Do è stata riconosciuta come membro effettivo della Federazione dei metodi dell'arte marziale di Hanoi (Viet Nam) 
  • Presentazione eccezionale di Qwan Ki Do della Delegazione Permanente dell'Ambasciata del Viet Nam presso l'UNESCO a Parigi nel 1991

 

 

Nozioni Tecniche...

Il Nome

Sempre fedele alle tradizioni del suo paese natale e alle motivazioni del termine QWAN KI DO, il Maestro PHAM Xuan Tong riconosce:

  • L'omaggio eccezionale al suo Grande Mestro CHAU Qwan Ky, menzionato foneticamente nel nome del suo metodo.
  • La conservazione del nome dell'antico metodo, trasmesso ermeticamente dalla sua famiglia.
  • Il termine pone in risalto due elementi fondamentali di ogni arte marziale: Il KHI (Energia) e il DAO (Via). Il nome vietnamita del metodo è, infatti,QWAN KHI DAO
 

Lo Stemma e l'Emblema

L'emblema del QWAN KI DO è il Drago, l'emblema del popolo vietnamita, ma anche l'emblema dello spirito cavalleresco.

  • Il cerchio esterno rappresenta l'universo, l'infinito, il "Vo Cuc"
  • Il drago forma il secondo cerchio e rappresenta il cerchio della vita, il "Thai Cuc"
  • Il Drago "Lac Long" rappresenta lo spirito cavalleresco
  • i due piccoli cerchi dello Am e del Duong rappresentano l'armonia tra lo spirito e il corpo

Lo stemma è formato da 5 colori:

  • Bianco = Purezza
  • Nero = Determinazione, Serietà
  • Giallo = Lucidità, Chiaroveggenza, Generosità
  • Rosso = Coraggio, Combattitività
  • Verde o Blu = Bontà, Volontà, Speranza.

 

Il Vo Phuc

La tenuta del praticante di QWAN KI DO (Vo Phuc Quan Khi Dao) è stato concepito dal Maestro PHAM XUAN Tong, e riflette la tenuta tradizionale vietnamita Ao Thày Dô.
La tenuta si compone:

  • Di una veste e di un pantalone nero (Vo Phuc)
  • Di una cintura differente secondo i gradi (Dai)
  • Dello stemma ufficiale del QWAN KI DO (Phu Hiêu Quan Khi Dao) cucito sulla parte sinistra del Vo Phuc a livello del cuore.

La tenuta è nera. Questo colore simbolizza questa nostra terra, per ciò che concerne la "nostra vita materiale", e quella dell'acqua o colore degli abissi per ciò che concerne il nostro "spirito".

 

Il Saluto

Ogni atleta prima di entrare in palestra è tenuto a fare il saluto al luogo dove si terrà l'allenamento e al Maestro. Il significato del Saluto: La mano sinistra rappresenta il macrocosmo, le cinque dita rappresentano i cinque elementi.

I quattro spazi tra le dita della mano rappresentano le quattro direzioni: Nord Sud Est e Ovest. La mano destra rappresenta l'uomo e il microcosmo, le cinque dita rappresentano i cntinenti e i quattro spazi rappresentano i quattro oceani. La mano destra chiusa e avvolta dalla mano sinistra rappresenta l'essere umano sottomesso alla legge dell'universo.

Co Vo Dao (Armi Tradizionali)

La pratica delle armi nel Qwan Ki Do ha origine nell'utilizzo di attrezzi da lavoro da parte del popolo povero vietnamita. L'utilizzo di armi, durante la dominazione cinese, era proibita, quindi i contadini per la difesa del proprio territoro e della propiria famiglia iniziarono ad utilizzare attrezzi di tutti i giorni.

 

Nel Qwan Ki Do si possono allenare diverse tipologie di armi suddivise in vari livelli in base al proprio grado:

  • I LIVELLO: le armi più povere, adatte anche all'allievo con minor preparazione tecnica

Bong (Bastone Lungo), Song Cot (Bastoni Corti), Moc Can, Long Giang

  • II LIVELLO: armi da taglio

Ma Dao (Scimitarra), Guom (Sciabola), Song Dao (Coltelli a farfalla), Yen Dao (Coltelli a rondine), Kiem (Spada)

  • III LIVELLO: armi speciali (selezionate appositamente dal M. Tong)

Dai Dao (Alabarda), Mezzaluna, Long Giang a 3 e 9 pezzi, Ventaglio, Ascia, Catena, Tam Tieu Thuong (Tridente), Thuong (Lancia)

 

I gradi del Co Vo Dao sono:

  • So Cap (inizio)
  • Trung Cap (c.n)
  • Thuong Cap (esperto)